martedì 23 febbraio 2010

Proteggere Facebook da accessi "indesiderati"

L'ultimo rilevamento EURISPES dice che il 44% degli italiani dispone di una utenza attiva su Facebook.
Tanti utenti vuol dire anche tanti dati che, se non adeguatamente protetti, potrebbero essere usati per scopi diversi da quelli che ci prefiggiamo quando li condividiamo (anche inconsapevolmente).
Io credo che i nostri dati, per quanto condivisi, restano sempre nostri e quindi vadano protetti da accessi indesiderati,anche se ci sono sicuramente molti utenti che vogliono condividere tutto con tutti...a loro rischio e pericolo!
A tale proposito Sophos credo che abbia fatto un lavoro egregio pubblicando una sezione apposita relativa alle configurazioni di  opportuni livelli di protezione dei nostri dati : Privacy su Facebook
Di queste guide ce ne sono tante ,ma questa mi sembra abbastanza completa.

Nessun commento: