mercoledì 3 marzo 2010

Wired...per essere sempre "connessi"

Ho scoperto questa meravigliosa rivista mensile nel 2009 (da quando esiste la versione italiana) e mi sono subito abbonato. Pensate che c'era una offerta di 24 numeri (2 anni) a 28 euro, mentre in edicola ogni numero costa 4 euro! Io la comprerei solo per la copertina, che ogni mese è una meraviglia, eppoi è molto "visionaria". Non è la semplice traduzione della versione americana, ma è molto,molto di più. Il suo sito internet è fatto proprio bene e invoglia ad abbonarsi!
Wired tratta di tutto: temi tecnologici, di pensiero, filosofia e la consiglio veramente a tutti.
Più la si legge e più il cervello si ossigena: questo mese,ad esempio, ho preso spunto da un bellissimo articolo di Ray Kurzweil che parla della Singolarità: mi ha talmente affascinato che ho comprato subito il libro. In poche parole lui è fermamente convinto che tra 30-40 anni la capacità di elaborazione umana si fonderà con quella robot per dare vita alla "Singolarità". Da quel momento in poi non sarà più distinguibile la capacità di pensiero umano da quello robotico e si potrà fare di tutto: anche vivere "quasi" per sempre. Non credo sia un pazzo visionario e argomenta molto bene queste tesi nel suo libro.
Sempre Wired (Italia) si sta battendo per far assegnare il Nobel per la Pace 2010 a INTERNET.
Ogni mese aspetto con trepidazione l'arrivo della rivista e praticamente la "divoro".
Buona lettura a tutti!

Nessun commento: