lunedì 17 maggio 2010

Normale disservizio italia...


Come tutti i giorni prendo il treno (che è uno dei 3 mezzi di locomozione che ogni giorno utilizzo per andare al lavoro) e da circa una settimana osservo un disservizio che impera!
La linea ROMA-VITERBO la sera diventa un patimento continuo dato che vengono regolarmente soppresse, da circa una settimana, corse urbane nella fascia 18-20 e quindi il primo treno utile diventa un vero e proprio "carro bestiame": affollato, caldo e puzzolente!
Stamattina l'apoteosi inizia già alla stazione di MONTEBELLO, dove trovo un bel cartello con la lista dei treni urbani soppressi e penso:"...cominciamo bene!" Arriva il primo treno utile dopo circa 15 min e si parte per ROMA, ma il convoglio è lentissimo per due motivi: il primo è che ad ogni stazione raccoglie tutti i pendolari che stavano aspettando le corse "saltate" e già a SAXA RUBRA siamo tutti compressi,( tanto è che mi stavo quasi per convincere che avremmo violato una delle leggi fondamentali della fisica: l'impenetrabilità tra corpi solidi!), il secondo è che il treno si stava per guastare. infatti alla fermata ACQUA ACETOSA una voce maschile ci avvisa che saremmo dovuti scendere per prendere opportuna corrispondenza (e in effetti l'abbiamo trovata) per ROMA.
Quindi un viaggio che in media dura 25-30 min è stato doppiato e quindi dopo circa 1 ora siamo arrivati a destinazione.
Per fortuna che poi il bus è passato subito e quindi il mio ritardo è stato contenuto, ma che odissea!
Ho provato a scrivere al sito ATAC (ora comprende anche le linee ferroviarie dell'ex Metro ) ma non funziona nemmeno il servizio di registrazione per ATAC RISPONDE !Infatti dal sito ATAC hanno tolto tutti i riferimenti e-mail e, a parte un generico numero unico di mobilità (che non tratta i reclami) non hai altra possibilità di comunicare.


Stasera cosa mi aspetterà al rientro? Domani ve lo farò sapere...

Nessun commento: