martedì 21 settembre 2010

Discorsi in treno

Questa mattina sono venuto al lavoro con il solito amato-odiato trenino roma-montebello e mi accingevo a continuare la lettura del mio libro elettronico (dall'inizio dell'anno sono già a quota 20 libri letti). Dopo 2 fermate, precisamente alla stazione di Prima Porta, sale un gruppo di persone e alcune si siedono vicino a me, nei restanti posti liberi. Appena vedono il mio ebook reader subito parte le discussione su come funziona,quanto costa, sono meglio i libri di carta...e poi si passa a parlare del Digitale Terrestre, dei nuovi media digitali...e capisco quante persone abbiano tanto da dire e invece tacciono. Devo ammettere che non mi è dispiaciuto abbandonare la lettura del libro per conversare con loro e scambiarci punti di vista su svariati argomenti, tanto poi alla fine si arriva sempre alla politica e ,caso strano, la pensiamo tutti allo stesso modo! Proprio una signora del gruppo mi faceva notare che convergiamo quasi tutti alle stesse conclusioni, ma non ci si spiega come mai siamo tutti all'opposizione...quindi al governo chi li ha votati? L'atroce (condiviso) dubbio è che le nostre schede elettorali siano state taroccate?Chissà....ma intanto siamo arrivati al capolinea, ci si saluta cordialmente e, forse, ci si rivede domani...

Nessun commento: