lunedì 21 marzo 2011

Costruirsi una NAS + RAID a costo (quasi) zero

Questo è un tema abbastanza tecnico e non vorrei annoiare troppo chi non "mastica" i termini di seguito riportati, ma saperlo può essere utile.
Innanzitutto, cosa è una NAS? L'acronimo sta per Network Attached Storage e si tratta fondamentalmente di avere a disposizione uno spazio logico slegato da quello fisico,accessibile via rete ethernet, in modo da poter archiviare quello che voglio con un minimo di ridondanza e di sicurezza tali da garantire che i file memorizzati non vengano corrotti irrimediabilmente e quindi possano venir recuperati, grazie all'implementazione di una architettura RAID.

A casa le ho provate tutte prima della scelta definitiva:
  1. ho comprato qualche anno fa una NAS dedicata con 2 slot (2 dischi da 1,5 Tera Byte l'uno) con possibilità di fare RAID 0 (stripe) oppure RAID 1 (mirror)  ma compatibile solo con windows xp (e non seven!!!!) : stiamo parlando di NetGear (modello SC101T), mica dilettanti,  eppure non esiste nessun modo conosciuto di fare vedere la NAS siffatta da PC con sistema operativo Windows Seven, se non utilizzando una macchina virtuale XP (tramite VMWare oppure Virtual PC o Virtual Box) dentro Windows Seven. Per Windows Vista esisteva una modalità compatibilità, ma tale S.O. non rientra tra quelli preferiti dal sottoscritto per ovvi motivi.
  2. ho quindi cercato metodi alternativi e, avendo a disposizione un vecchio case AT, l'ho "carrozzato" portando la memoria RAM a 1 GB, inserendo un disco da 120 GB e (ben) 3 dischi SATA da 1,5 TB l'uno avendo quindi a disposizione uno spazio di archiviazione teorico di 4,5 TB per configurazione RAID 0 e 2,7 TB per RAID 1 o 5 (la migliore configurazione!). 
  3. Quindi ho provato a installare FreeNAS che è un sistema operativo opensource e contiene al suo interno il modulo RAID per la gestione dei dischi. L'impatto è stato positivo: GUI di installazione  e facile configurazione dei dischi in modalità RAID 5, peccato che ogni mezz'ora si spegne tutto e al riavvio non trova i dischi! Dopo 2 settimane di continui setup, riavvii e problematiche varie decido di cambiare e provo altro.
  4. ecco quindi il momento di OpenFiler (sempre opensource e gratuita per fini personali, helpdesk a pagamento) configurato come NAS e con architettura RAID 5 ma ci mette una vita per creare l'indice del filesystem da 2,7 GB, tant'è che dopo 3 giorni ho smesso e ho azzerato di nuovo tutto.Alla fine ecco la soluzione definitiva:
  5. Installazione di Windows XP SP3 con drivers SATA RAID (la mia scheda madre ha il controller RAID ,anche se va installato il driver Nvidia apposito) e quindi ho creato un disco RAID 0 striped in quando Microsoft non permette la creazione di dischi RAID 5 su Windows XP : l'opzione c'è ma non è selezionabile!! in quanto è permessa solo su sistemi Windows Server, per sua stessa ammissione. Comunque la soluzione trovata mi permette di avere ben 4,5 TB di spazio logico con un minimo di sicurezza e ridondanza.
Spero di non avervi annoiato troppo, ma la soluzione a basso costo per avere un server di archiviazione abbastanza performante e ridondante esiste!

1 commento:

Anonimo ha detto...

Ciao! felice di vedere che sei riuscito a trovare la soluzione per te più congeniale ma permettimi una osservazione. Dovè la sicurezza e la ridondanza dei dati con il raid 0? in raid 0 se ti parte un disco perdi tutti i dati.