martedì 15 luglio 2014

Nuotare è pensare...

Da circa quattro mesi ho ripreso gli allenamenti in piscina. Ne ho trovata una comodissima vicino al lavoro
(questa in foto) e quindi, la mattina presto, prima di entrare in ufficio, mi dedico un'ora per il mio "wellness".

La piscina non è grandissima, ma molto funzionale e confortevole.

A parte i soliti discorsi sui benefici dati dal nuoto (allungamento muscolare, riposizionamento corretto della schiena, postura, etc) vorrei soffermarmi su quanto la piscina possa essere utile per pensare.

Infatti, durante i primi mesi dovevo curare il galleggiamento e cercare di andare dritto in corsia, fare 1 o 2 stili (stile libero e al massimo rana) e cercare di respirare correttamente.
Adesso, dopo 4 mesi, riesco a controllare meglio il mio corpo, fare anche lo stile a dorso, un accenno di stile a delfino e soprattutto...a pensare ad altro (lavoro, affetti, vacanze, etc) mentre mi alleno in vasca.

Ecco, diciamo che era proprio questo il mio obiettivo: allenarmi "in automatico" e pensare ad altro!



Nessun commento: